Posted on Lascia un commento

Come si utilizza un kayak da River Play?

Kayak da River Play

Negli ultimi anni i principali costruttori di kayak in polietilene hanno fatto tornare di moda i kayak da river play, kayak simili a quelli da torrente ma con meno volume, sopratutto nella parte posteriore della coda.

Queste tipologie di kayak permettono di poter “piantare” la coda sotto acqua, scoprendo un modo completamente nuovo di utilizzo. In questo articolo parlerò nello specifico della Exo Kayak Rexy, a mio avviso uno dei kayak meglio riusciti di questa nuova generazione.

Vediamo perchè…..

Exo kayak – Rexy
Exo kayak – Rexy

La Rexy ha una punta alta e una coda snellita con un profilo praticamente piatto, caratteristiche che la rendono facile e prevedibile nonchè incredibilmente divertente. La concorrenza spesso usa code a forma di “banana” che rendono il kayak difficilmente prevedibile e di conseguenza meno sicuro in caso di utilizzo su fiumi impegnativi. Questo non significa che solo la Rexy sia un buon kayak da river play, però è il kayak più equilibrato, che va ad unire le esigenze del principiante con quelle del ” funanbolo “.

Cosa cambia rispetto a un normale kayak da torrente?

Se paragoniamo la Rexy alla sorella maggiore TREX (che ha in comune tutto il fondo dello scafo) visivamente la differenza dei volumi sulla coperta è notevole. Con queste caratteristiche il kayak andrà utilizzato in maniera differente, facendo particolare attenzione sopratutto allo spostamento dei pesi.

TREX

Per esempio dopo un Boof utilizzando una TREX se il vostro busto sarà arretrato la barca vi perdonerà, senza subire particolari conseguenze. Un errore simile fatto con una Rexy è molto probabile che vi farà compiere qualche numero da circo, perchè la coda “scarica” verrà schiacciata inevitabilmente dall’acqua.

Perchè scegliere un kayak da river play ?

Un kayak di questa tipologia difficilmente andrà a sostituire completamente un normale kayak da torrente, ma averlo a vostra disposizione vi farà divertire e migliorare la vostra tecnica!

  • Percorrere il vostro fiume di casa con una Rexy e come riscoprirlo per la prima volta.
  • Imparare a usare il corpo, che andrà a beneficiare anche quando si utilizzerà il kayak da torrente “classico”.
  • Divertirsi con evoluzioni e tricks.
  • Surfare sulle onde in maniera estremamente facile e divertente.
  • Imparare le tecniche dello Slalom senza dover spendere un sacco di quattrini per l’attrezzatura specifica, e sopratutto non aver pensieri di rompere il kayak in carbonio!

Come si utilizza ?

FREEPLAY KAYAK

Con i normali kayak da torrente i movimenti che influenzano la stabilità sono principalmente quelli su piano trasversale, i kayak da play invece sono importanti allo stesso modo anche quelli sul piano longitudinale.

NB : Muoversi sul piano longitudinale senza cognizione di causa con un kayak da torrente è un ERRORE, ma spesso perdonato dalla particolare conformazione dei kayak.

Prima di tutto bisogna sedersi e impostarsi correttamente stando dritti con la schiena, cercando di percepire l’assetto del kayak e ricercando la posizione centrale in ogni momento. Per fare un paragone basta guardare una gara di kayak slalom per notare che se il busto viene spostato indietro o avanti viene poi immediatamente riportato in posizione neutrale al centro. Si, la Rexy si comporta in modo molto simile a un kayak da slalom, chiaramente con velocità e accelerazioni diverse dovute al peso e alle dimensioni della barca.

Fatta questa premessa basta imparare a “piantare” la coda correttamente per iniziare a divertirsi dando spazio alla fantasia!

Come piantare la coda ?

Rexy C1 in fase di decollo 🙂

Che tu sia un principiante o un esperto che non ha mai fatto kayak slalom non è sempre immediato l’utilizzo di questo tipo di kayak.

Per imparare a piantare si può iniziare sull’ acqua piatta, semplicemente facendo delle pagaiate circolari. Successivamente si possono provare tutte le principali tecniche :

  • Circolare
  • Frenata
  • Aggancio

Punti chiave per piantare la coda :

Punti chiave per piantare la coda :

  • Ricerca una posizione perfettamente centrale nell’asse trasversale.
  • Stando centrale o aiutandoti spostando il busto indietro, inizia a pagaiare facendo delle circolari.
  • Inclina un fianco e fai entrare la coda in acqua come se fosse una lama.
  • Attenzione a non sbilanciarti sull’asse trasversale! Il corpo è sempre neutrale rispetto i movimenti della pagaia.
  • Appena la coda è immersa mantienila sotto acqua riposizionando subito i fianchi in assetto neutrale, altrimenti la coda uscirà immediatamente dall’acqua.
  • Ora stai piantando la coda!

Una volta capito come funziona si può sperimentare tra le porte di un campo da slalom, oppure semplicemente tra le morte fissandosi un obbiettivo preciso. Per esempio andare a girare in una specifica morta.

Acquisita una buona padronanza del kayak sarà incredibilmente divertente andare in torrente a sperimentare un nuovo modo di andare in canoa!

Spiegare tutto in un articolo non è semplice per non dire impossibile, per questo abbiamo creato un video per cercare di dare degli spunti “pratici” :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *