Pubblicato il Lascia un commento

Idrorepellenza, Impermeabilità, Traspirabilità dei tessuti..

Termini comuni quando si parla di tessuti sportivi, spesso però non si conosce a fondo il loro significato.

Facciamo chiarezza…

Esistono più metodi per realizzare un tessuto impermeabile :

Cerata: ovvero i primi indumenti impermeabili di inizio 900. Questi si realizzavano con l’ applicazione di cera su tessuti a trama fitta. Ai giorni nostri la “cerata” è prodotta con comune plastica.

Spalmato: metodo economico ma che consente di avere già una buona traspirabilità.

Tessuto con membrana: che può essere trilaminato o quadrilaminato ecc, è il tessuto usato su prodotti di buona/alta qualità. Esistono molti marchi ma giusto per citarne uno il GORETEX è un tessuto con membrana di qualità.

Perchè è importante un tessuto traspirante ?

….50ml a riposo…circa 1 litro durante attività pesanti…circa 4 litri in una maratona olimpica. Ecco quanto vapore acqueo può arrivare a produrre in un’ora il nostro corpo a causa della sudorazione.

La membrana è il vero proprio cuore del tessuto, composta da migliaia di microporosità. Ogni poro è migliaia di volte più piccolo di una goccia d’acqua, allo stesso tempo è centinaia di volte più largo di una molecola d’acqua. Da questo si può comprendere che il vapore generato dal sudore può dunque passare facilmente attraverso di esso, pur impedendo all’acqua di entrare dall’esterno.

Dal tipo di membrana utilizzata viene definito il grado di impermeabilità e traspirabilità..

Impermeabilità

L’impermeabilità di un tessuto è definita ponendo il materiale al di sotto di una colonna d’acqua, di diametro un pollice, che cresce fino a che l’acqua passa attraverso il tessuto; l’altezza raggiunta in mm definisce l’impermeabilità. Per esempio una Colonna d’acqua di 20.000mm equivale già a un ottima impermeabilità.

Traspirabilità

La capacità di un corpo di espellere il sudore attraverso gli strati di abbigliamento è determinata dalla cosidetta “forza trainante” che dipende da temperatura e umidità, sia all’ interno che all’ esterno dell’ abbigliamento.
Si calcola quindi la quantità di vapore acqueo che attraversa un metro quadro di tessuto in 24 ore, per esempio un valore di 9.000gr/m sottolinea già una buona traspirabilità.

Idrorepellenza

Ogni tessuto impermeabile solitamente ha almeno un trattamento Idrorepellente, per capirci è quel simpatico effetto gocciolina che si verifica quando un prodotto è nuovo. Il trattamento ha una durata molto limitata e va rinnovato con prodotti appositi. Se non si rinnova si perderà fino al 70% di traspirabilità , l’acqua si appoggerà sul tessuto creando una barriera con l’esterno. Di conseguenza il sudore si accumulerà dentro all’ indumento. Attenzione : il trattamento idrorepellente ripristina la traspirabilità e non l’impermeabilità.

Effetto dato dal trattamento idrorepellente.

Conclusioni

Questi dati (impermeabilità/traspirabilità) non sono definiti da un organismo indipendente, sono dichiarati dalle aziende produttrici, del resto gli standard di riferimento non sono ancora ben definiti e sono mal correlati, rimane quindi necessario affidarsi all’esperienza DEL RIVENDITORE DI FIDUCIA. Inoltre nella realtà è difficile giudicare la impermeabilità/traspirabilità di un capo, sono in gioco molti fattori personali e ambientali. Allo stesso tempo e anche vero che usare un capo di qualità darà un confort notevolmente migliore di un capo di bassa qualità.

NT:Da non trascurare l’importanza dell’abbigliamento termico che se non è di alta qualità andrà a a peggiorare il rendimento della membrana.

Abbiamo realizzato un video per approfondire quanto detto in questo articolo.Buona visione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *