Pubblicato il Lascia un commento

Il Torrente Silisia

Passaggio “pozza delle candele”- livello idrometrico 20cm (minimo)

Nel cuore delle Prealpi Carniche in provincia di Pordenone, precisamente a Chievolis, un piccolo borgo di soli 8 abitanti. Il tratto del torrente praticato dai kayakers va dal lago di Cà Selva al Lago di Redona. Questa perla liquida friulana è regolata da una diga (Cà Selva), solitamente rilascia un livello minimo costante tra i 16 e i 20 (cm all’idrometro partenza), livello parecchio basso ma navigabile tutto l’anno. In caso di pioggia invece il Silisia può alzarsi e diventare interessante anche per i più temerari.

 Attenzione dopo piogge intense il torrente può diventare impraticabile, il livello massimo percorribile è di 40 cm (idrometro partenza). Oltre diventa un ww5 con passaggi di ww6.

Passaggio “il passaggione” – livello idrometrico 30cm (medio)

Nel 2019 sono stati effettuati alcuni lavori di manutenzione come il ripristino del sentiero che va all’imbarco, riducendo a soli 10 minuti il tempo di percorrenza, e la messa in sicurezza del torrente rimuovendo ferri e altri potenziali percoli.

Inoltre abbiamo installato una webcam che punta sulla famosa rapida “il passaggione”, questo è l’unico modo per avere informazioni sul livello del torrente. Nella pagina della webcam è possibile trovare i riferimenti idrometrici e anche una mappa con tutti i punti di interesse quali imbarco, sbarco, parcheggi e altre informazioni utili.  

Passaggio “la S”- livello idrometrico 30cm(medio)
Passaggio “pozza delle candele “- livello idrometrico 30cm (livello medio)

Scheda del torrente

Torrente: Silisia

Torrenti vicini: Arzino, Cellina, Settimana, Cimoliana

Lunghezza percorso:  5km

Dislivello: 100m

Tempo di percorrenza: 2/3 ore

Portata: 4-5 mc /sec normalmente. Possibili portate anche di oltre 20mc/sec

Idrometro/webcam: webcamsilisia

Appoggio automobilistico: Difficile per non dire impossibile. La strada segue sempre il torrente ,ma ad almeno 70/100 metri più in alto su ripide sponde. Il torrente scorre in una gola boschiva, in caso di problemi è molto difficile uscire. Consigliato portare pagaia di sorta. Inoltre il cellulare è utile solo per fare le foto in quanto la valle non ha segnale.

Inquinamento: Totalmente assente e acqua dal colore smeraldo

Epoca favorevole: Tutto l’anno e per i più esigenti meglio dopo piogge.

Imbarco: Giunti al paese di Chievolis (PN) proseguire in direzione Lago di Cà Selva, poco prima della Diga parcheggiare sullo spazio a sinistra in prossimità di una deposito di legno. Da questo punto salire sulla collina alla vostra sinistra tenendo la destra e seguire il sentiero segnato che porta all’imbarco.

Sbarco: Sotto il secondo ponte di Chievolis ovvero quello in cemento armato.

Difficoltà e punti chiave :

Il torrente si può classificare  WW 3+ con alcuni passaggi di WW 4 e uno di WW5(facilmente trasbordabile).

Passaggio “ pozza delle candele”-livello idrometrico  30cm (medio)

I passaggi chiave sono 8…

Per i primi 500 metri il torrente ha un letto largo e poco profondo, successivamente cambia carattere diventando più stretto e profondo. Ed è proprio qui che troviamo il primo passaggio.

  • Passaggio “La grotta”:

Affrontarlo scendendo a sinistra con punta a sinistra.

  • Passaggio “Il Sifone”:

La rapida inizia dopo una pronunciata curva a destra, da questo punto tenere la destra assoluta e saltare i due salti tenendo la punta alta. Attenzione: ci sono due punti che potenzialmente si potrebbe cadere a sinistra, queste vie portano a un doppio sifone!

  • Passaggio “Il Boof”

II corso d’acqua si incanala tutto sulla destra e segue un salto di circa 1,5 metri, stare al centro e Booffare. Se si tiene la punta a destra si atterrerà sulla morta chiamata “parcheggio”, niente di pericoloso ma fastidiosa, quindi tenere la punta centrale.

  • Passaggio “Il passaggione”

Questa è la rapida che ha fatto diventare famoso il Silisia. Composta da un primo toboga che porta a una nicchia sulla destra e conclude con un salto di 2 metri con nicchie su entrambi i lati. Le parati sono molto alte e fare sicura è complicato. Solitamente viene trasbordato perché la difficoltà tecnica è medio/alta e se si dovesse sbagliare qualcosa le nicchie saranno li ad aspettare. La nicchia veramente pericolosa e quella in fondo a sx.

Se si vuole percorrerla iniziare a prendere velocità da destra a sinistra, salire sulla bolla d’acqua che va a sinistra e cercare di tenere la linea centrale, prendere velocità e booffare al centro l’ultimo salto.

  • Passaggio “Spalla”

L’acqua si incanala sul lato sinistro andando a sbattere contro un nicchia (non pericolosa).

 Seguire l’acqua e booffare con punta a destra. Attenzione a non sbattere la spalla sulla roccia a sinistra e la pagaia sulla protuberanza in alto.

  • Passaggio “Pozza delle Candele”

Dal nome si intuisce quale può essere la conseguenza del passaggio. La rapida inizia con un lungo corridoio per poi stringersi ulteriormente compiendo un salto di 4 metri. Questo particolare salto non crea ribollimenti, il getto quasi verticale penetra dentro all’acqua sottostante per molti metri. Con livelli medio alti affrontarlo cercando di booffare, con livelli bassi mirare la roccia a sinistra sullo sfioro, questo permetterà di non far cadere la punta. In caso di ribaltamento scordatevi l ‘eskimo e prepararsi a un bel giro sotto acqua. Non ci sono pericoli particolari.

  • Passaggio “I Gradoni “

Il torrente si stringe e cade sulla destra, segue una rapida di 100 metri caratterizzata da alcuni salti (50cm/1,5m). Tenere la linea centro-destra, in fondo alla rapida andare sopra il sasso semi sommerso per compiere un bel trick, altrimenti stare semplicemente a destra.

  • Passaggio “La S”

L’ultima rapida chiave del Silisia. Tenere la linea di centro destra, in prossimità della S andare verso centro- sinistra in modo da saltare il buco dal centro a sinistra. Questo buco è parecchio antipatico se preso a destra, in ogni caso è possibile fare sicura .

FOTO E DISEGNI DI : FABIO DEL BEL BELLUZ

Il torrente Silisia con livello 62
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *